6 BUONI MOTIVI PER INDOSSARE UN POMANDER

L’ORIGINE DEL POMANDER

Il pomander era un gioiello molto particolare: di solito un ciondolo a forma di sfera ma anche cilindrica, fatto di argento, oro o avorio, a volte adornato con pietre preziose; aveva la possibilità di contenere al suo interno sostanze profumate di diverso tipo: pezzetti di spezie, ambra grigia ( pomo d’ambra da cui poi il termine pomander) mescolata con resine di labdano e benzoino, ma anche essenze di rosa, nardo e mirra; l’ambragrigia serviva da fissativo per queste paste molli odorose.

Spesso questi gioielli profumati avevano anche diverse forme e più di uno scompartimento per l’inserimento di più tipi di fragranze che potevano così essere annusate singolarmente o tutte insieme.

Era la soluzione nel medioevo elisabettiano ai cattivi odori, e si credeva che con il loro profumo fossero anche un amuleti contro le malattie.

IL POMANDER AI GIORNI NOSTRI

Sono sempre stata molto affascinata da questi talismani; di esempi di pomander oggi ce ne sono tantissimi oltre a quello appena descritto: una arancia essicata con i chiodi di garofano e cannella per profumare armadi e cassetti, profumi solidi per il corpo fatti con cera d’api, le wedding balls di fiori, piccole bottiglie con profumo a forma di ciondolo.

Anche Frammenti di un giardino segreto, la linea di pomander che ho realizzato, è ispirata a questo antico gioiello.

ECCO 6 OTTIMI MOTIVI PER RICOMINCIARE A INDOSSARE I POMANDER:

  • NEI LUOGHI PUBBLICI AFFOLLATI come rifugio dai cattivi odori. Una cara amica che vive a Milano mi racconta quanto spesso negli autobus affollati l’aria sia molto asfittica, con emanazioni poco piacevoli e quanto spesso avrebbe voluto un rifugio per rigenerare il naso da odori sgradevoli e proteggerlo dai eventuali batteri (mi ha detto che il ciondolo personalizzato che ho realizzato per lei sta “salvando” il suo naso da tante situazioni…)
  • SOBRIETA’ E LENTEZZA. Fermarsi, prendere in mano il pomander, chiudere gli occhi e inspirare il suo aroma è un gesto che porta con sé la consapevolezza del momento presente. Coinvolge insieme tatto, vista e olfatto; lo stesso gesto di quando si scorge un fiore, lo si accarezza e ci si avvicina a lui per sentire il suo odore…
  • UNA DURATA MAGGIORE DELLA FRAGRANZA rispetto all’applicazione sulla pelle (soprattutto nel caso degli oli essenziali e dei profumi botanici). Il calore e la porosità della pelle rendono più veloce la dispersione e l’esaurimento della fragranza. Per questo il problema dei fissativi è di fondamentale importanza in profumeria cosmetica. Nei tessuti e nei capelli invece le sostanze odorose perdurano di più e si trasformano più lentamente per cui abbiamo anche più tempo per cogliere le sottili sfumature olfattive che di solito evaporano in fretta.
  • AROMATERAPIA SEMPRE DISPONIBILE. Come le fragranze per ambiente e i pot pourri profumano la nostra casa, così i gioielli profumati profumano la nostra aura, il nostro spazio personale, creano una protezione energetica invisibile se scegliamo con consapevolezza gli oli essenziali più in sintonia con noi in questo momento della nostra vita.
  • NO ALCOOL. Come i profumi solidi, i gioielli profumati sprigionano aroma senza solvente alcolico in quanto il veicolante è per esempio stoffa o feltro. Il rilascio del profumo è lento e con una intensità olfattiva simile al quella che percepiamo in natura (per esempio nei fiori). Inoltre è un modo per avere sempre con sé il proprio olio essenziale o miscela aromaterapica senza per forza doverlo applicare sulla pelle.
  • TORNARE ALLA BELLEZZA dei dettagli DI UN ARTIGIANATO DIMENTICATO. L’industrializzazione ci ha abituati a trovare tutto in ogni momento e in serie. Se da una parte questo processo abbia portato a usufruire di grandi comodità, dall’altra parte ha confuso le idee sul concetto di bellezza. La bellezza è nell’unicità di un oggetto, nell’anima e nel perché esso viene realizzato; è nella scelta attenta e consapevole dei materiali, nella ricerca, nell’alchimia che emerge dal processo creativo. L’artigianato artistico è la salvezza della bellezza della creatività dell’uomo per tornare anche a una dimensione più umana e dignitosa della produttività.

CIONDOLO ARCOBALENO

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...