ESSENZE & YOGA: L’ALBERO

img_20161118_150727.jpg

Il post è stato scritto in collaborazione con Elena Rinaldi NenaYoga

La posizione dell’albero è una delle prime che ho imparato a fare un anno fa quando ho iniziato a praticare yoga. Una di quelle posizioni che ogni volta è la prima volta, che ti fanno sentire elegante e armonica nei movimenti quando riesci a mantenere l’equilibrio, quando ti radichi come un albero appunto.

Siamo come alberi: questa posizione ci insegna a essere centrati, radicati alla vita, alla parte più materica di noi, a ricevere il nutrimento della terra. E’ collegata al primo chakra.

Il vetiver è l’olio essenziale collegato a questa posizione e a questo chakra perché è estratto dalla radice di questa pianta e contiene l’energia che vibra alla stessa frequenza nel chakra appunto detto della “radice”.

CREARE UN ACCORDO PER IL DIFFUSORE ISPIRATO ALLA POSIZIONE DELL’ALBERO

Con l’odore è sempre bello creare e andare oltre agli schemi, ispirarsi alle esperienze e alle forme della Natura. Per creare un accordo  ispirato a questa posizione e appunto all’idea di albero, puoi usare le essenze di:

una radice

un legno

di un tipo di foglia

ecco qualche esempio e proporzioni in gocce per il diffusore:

vetiver 2, sandalo 4, menta piperita, 5

vetiver 1, palosanto4, eucalipto 6

L’eucalipto e la menta perchè aiutano ad aprire il respiro (e sono utili durante tutta la pratica), il palo santo e il sandalo perchè sono un concentrato di meditazione e legno sotto forma di odore, il vetiver per aumentare l’effetto di radicamento ed equilibrio.

Il profumo, nello yoga, aiuta a mantenere la concentrazione sul qui ed ora oltre a stimolare i chakra collegati (all’essenza e all’intenzione che abbiamo scelto), il rilassamento e le emozioni nascoste grazie al potere evocativo dell’olfatto.

C’è qualcosa di sacro e trascendentale in un respiro profondo al

profumo di eucalipto e bosco, espandendo le proprie radici in un

universo parallelo, ma non tanto lontano…